Verbale n 45 del 22 gennaio 2020

Parrocchia   SANTO VOLTO

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE


VERBALE n° 45


Torino, 22 gennaio 2020.


Alle ore 21.00 sotto la presidenza del parroco don Mauro Giorda si riunisce il Consiglio Pastorale Parrocchiale con il seguente ordine del giorno:


  1. Preghiera
  2. Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente
  3. I nuovi Consiglieri del CPP
  4. Mercoledì 13 novembre: incontro dei CPP con il Vescovo
  5. Calendario pastorale
  6. Varie ed eventuali

 

Sono presenti il parroco don Mauro Giorda, suor Antonietta Rigon e i consiglieri Andrea Bellis, Luca Braga, Mario Cavagnero, Paolo de Troia, Valerio Mangino, Sara Padolano, Antonio Maria Sacco, Fabio Scarcella, Elisa Vailati.

Risultano assenti Mery Bellini, Silvana Demasi, Laura Parlagreco, Ferruccio Pontin, Francesco Righettoni, Davide Robattino.


1. Preghiera.

Il parroco invita i presenti a recitare la preghiera di Compieta.


2. Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente.

Viene considerato letto il verbale del 6 novembre 2019; non essendoci modifiche da apportarsi, esso è poi approvato da tutti i consiglieri.


3. Lavori di manutenzione.

Il parroco informa i consiglieri che si è rovinata la guaina di copertura del tetto della chiesa come pure ci sono state infiltrazioni d'acqua negli alloggi del parroco e delle suore. È stato perciò necessario intervenire per ripristinare la copertura catramata; la ditta ha assicurato una durata di almeno dieci anni, ma si spera in almeno venti. Il costo complessivo dell'opera si aggira sui 34.000 euro. Non funziona bene neppure l'ascensore tra oratorio, ufficio e alloggi perché non si ferma allineato al piano. Il parroco ha contattato due ditte che hanno dato preventivi e risposte diverse al problema; per questo ci sarà un incontro tra tecnici per verificarne meglio la soluzione.


4. Verifica delle attività pastorali.

Il parroco chiede ai consiglieri di verificare le attività pastorali a cominciare dal ritiro d'avvento. Luca ritiene che sia stata un'esperienza positiva con buone riflessioni e che sia giovato l'averlo fatto fuori perché ha segnato un distacco dal solito ambiente; rimarca però un'assenza dei giovani. Anche a Paolo è piaciuto ed egli propone di attuare il prossimo ritiro in due giorni. Don Mauro dice che per i due giorni bisogna saperlo per tempo ed essere almeno una ventina perché la struttura di Susa ha fatto un'eccezione per permettere il soggiorno di un giorno. Andrea ed Elisa propongono di far intervenire i giovani dal sabato pomeriggio e sonderanno i gruppi affinché ci siano dei partecipanti ben disposti che vi arriverebbero con il treno. Al sabato pomeriggio possono aggiungersi anche le famiglie e gli adulti. Pertanto è necessario intervenire nei vari gruppi per capire quante persone possano partecipare al ritiro di quaresima che si svolgerà sabato 29 febbraio e domenica 1° marzo a Susa (struttura permettendo, diversamente si svolgerà altrove).

I consiglieri sono concordi nel ricordare che la rappresentazione prima della messa nella notte di Natale è andata bene perché ha aiutato i fedeli alla riflessione sul mistero dell'Incarnazione del Figlio di Dio.

Il parroco e suor Antonietta lamentano una scarsa partecipazione alla novena di Natale.

Elisa ricorda che, pur essendo stati pochi i partecipanti (22), l'esperienza del campo giovani è stata positiva.

Buona è stata pure la partecipazione dei volontari alla colletta alimentare, affidata ai ragazzi di III media. Mario chiede se i crediti sono ambiti in ambito scolastico. I giovani presenti rispondono affermativamente rilevando però differenze da scuola a scuola. Mario informa che è previsto perciò di avvalersi per la prossima scadenza autunnale di un secondo negozio, il cui frutto però andrà a vantaggio di altre realtà come il CAV (Centro per l'Aiuto della Vita) e quindi non direttamente alla parrocchia. Propone inoltre di incentivare la motivazione del gesto di solidarietà della colletta alimentare attraverso il volantino delle dieci righe che dovrà essere diffuso e conosciuto in parrocchia e nei vari gruppi a partire da settembre. Suggerisce infine di incentivare i ragazzi a partecipare per poter usufruire anche dei vantaggi dei crediti scolastici.


5. Programmazione dei prossimi mesi.

Il parroco, oltre al suddetto ritiro di quaresima, propone ai consiglieri di rispettare lo stesso schema pastorale di quaresima degli anni scorsi (via crucis animata dai gruppi…).

Valerio informa che la commissione giovani, il gruppo giovani e gli educatori delle parrocchie vicine, tra cui anche quella di Sant'Antonio Abate, si incontreranno per conoscersi in una delle seguenti date: 3, 4 e 7 febbraio; chiede perciò di poter utilizzare una sala della parrocchia attrezzata con video. Prevede la partecipazione di circa cinquanta persone. Don Mauro risponde che per il 7 febbraio la sala non sarà disponibile.

Il parroco informa che le parrocchie del Cottolengo e delle Stimmate desiderano effettuare un'unica festa di carnevale al Santo Volto sabato 22 febbraio. Per l'organizzazione ci sarà un incontro il prossimo 29 gennaio per i dirigenti dei vari gruppi giovani.

Don Mauro informa che mercoledì 4 marzo l'arcivescovo Mons. Cesare Nosiglia desidera incontrare tutti i giovani di Torino al centro congressi del Santo Volto per parlare loro anche dell'incontro con i giovani della Comunità di Taizé che si svolgerà alla fine dell'anno in duomo.

Il parroco informa infine che all'inizio del mese di novembre ci sarà un pellegrinaggio di UP in Israele (quattro giorni a Gerusalemme) e in Giordania (tre giorni).


6. Varie ed eventuali.

Il parroco chiede se dai gruppi parrocchiali è emerso qualcosa da riferire in consiglio. Interviene Valerio dicendo che il 31 marzo ci sarà una conferenza, a seguito della Marcia della pace, presso la Fabbrica delle “e” in corso Trapani 95 a Torino. Ricorda inoltre che la Marcia si effettuerà il 31 gennaio.

Paolo informa che i nuovi catechisti sono validi e che si sono inseriti bene.

Don Mauro ricorda che martedì 28 gennaio riprenderà la lectio divina sul brano evangelico della domenica.

Mario chiede al parroco come è andato l'incontro ecumenico svoltosi il 21 gennaio al Cottolengo. Don Mauro risponde che c'è stata una buona esperienza di ecumenismo con preghiere e riflessioni condotte dal parroco don Roberto Provera e dal pastore Alessandro Spanu della vicina chiesa evangelica.

Sara informa che nella riunione degli animatori dell'oratorio sono sorti dei problemi per i turni sui bambini e sui ragazzi; rileva anche la scarsa partecipazione e si cerca di trovare soluzioni per risolvere al meglio gli inconvenienti sorti e per favorire una buona presenza e per ottimizzare i turni di educatori e ragazzi.

Suor Antonietta interviene ricordando che bisogna tenere più in ordine gli spazi fruiti e che ognuno faccia la propria parte.

Antonio informa i presenti della sua recente esperienza avvenuta nella cattedrale di 's-Hertogenbosch nei Paesi Bassi, dove ha partecipato alla santa messa celebrata in lingua olandese ma con alcune parti cantate e recitate in latino; osserva che proprio la presenza della lingua latina lo ha fatto sentire parte della cattolicità e come a casa propria. Chiede quindi al parroco se non sia possibile in alcuni momenti forti dell'anno liturgico celebrare la messa intercalando dei brani in latino come il Gloria, il Credo, il Pater noster e l'Agnus Dei o le sequenze tipiche della Pasqua e della Pentecoste. Viene risposto che la cosa potrebbe essere fatta con gradualità istruendo i fedeli, soprattutto più giovani, con un foglietto su cui siano scritti i suddetti testi in latino e italiano.

Il parroco informa che il prossimo CPP avverrà il giorno 11 marzo 2020.


Non essendoci infine altro da discutere, il parroco chiude l’incontro alle ore 22.30.


Il presidente

don Mauro Giorda

Il segretario

Antonio Maria Sacco