Verbale n 47 del 15 settembre 2020

Parrocchia   SANTO VOLTO

 

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE

 

VERBALE  n° 47

 

Torino, 15 settembre 2020.

 

Alle ore 21.00 sotto la presidenza del parroco don Mauro Giorda si riunisce il Consiglio Pastorale Parrocchiale con il seguente ordine del giorno:

 

1)      Preghiera

2)      Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente

3)      Attività pastorali e situazione Covid 19

4)      Lettera Pastorale dell'Arcivescovo

5)      Calendario pastorale

6)      Varie ed eventuali

 

Sono presenti il parroco don Mauro Giorda, suor Margaretha Ate e suor Emirensiana Seu, e i consiglieri Andrea Bellis, Luca Braga, Mario Cavagnero, Paolo de Troia, Silvana Demasi, Valerio Mangino, Sara Padolano, Laura Parlagreco, Ferruccio Pontin, Francesco Righettoni, Davide Robattino, Antonio Maria Sacco, Fabio Scarcella, Elisa Vailati (presente dalle 21.25).

Risulta assente Mery Bellini e, poiché ci sono state diverse assenza consecutive, non farà più parte del CPP. Laura Parlagreco dà le dimissioni perché è già presente come consigliere il marito.

 

1.  Preghiera.

 Il parroco invita i presenti a recitare la preghiera di Compieta.

 

2.  Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente.

Viene considerato letto il verbale del 29 maggio 2020; non essendoci modifiche da apportarsi, esso è poi approvato da tutti i consiglieri.

 

3.  Attività pastorali e situazione Covid 19.

Il parroco informa i consiglieri che per i Gruppi parrocchiali è possibile incontrarsi rispettando le norme del distanziamento e di protezione reciproca dei componenti, ma che non si può fare festa (mangiare…). Per quanto riguarda l'Oratorio, si procede rispettando le linee guida simili a quelle di “Estate Ragazzi” (si misura la temperatura corporea, c'è un foglio di presenza firmato, deve essere presente un educatore; si formano due gruppi in base all'età discriminante di undici anni; se si esce dall'Oratorio, non si può più rientrare; si deve stare il più possibile all'esterno…). Nell'Oratorio ci possono stare al massimo cento persone e poi tante in base alla metratura dei locali (2 m² per persona). É evidente che tutto deve essere organizzato.

L'Arcivescovo dice che il catechismo dei bambini e ragazzi deve iniziare con l'Avvento; prima ci può essere solo qualche incontro con i genitori dei bambini e con i catechisti.

I bambini possono stare in chiesa rispettando le distanze. Poiché si è già sforato il numero massimo di presenti alla S. Messa delle ore 11.00 nelle ultime due domeniche, il parroco chiede ai consiglieri che cosa fare, sapendo che la capienza della chiesa è di settecento persone, ma ora di duecento, e che ci deve essere un intervallo tra le messe. Si susseguono varie risposte dei consiglieri. Spiegare alle famiglie di sedersi sulle sedie esterne nel deambulatorio. Mettere anche il NO sui banchi. Porre i fedeli anche nella cappella di San Giuseppe con un altoparlante collegato alla chiesa. Invogliare le persone a frequentare la messa del sabato sera e delle 9.30 della domenica. Anticipare la messa per i bambini alle 9.30. Riservare dei banchi per le famiglie. Chiedere alla Curia di mettere a disposizione i suoi locali, che però hanno un costo. Proporre tre messe alle 9.30 – 10.30 - 11.30 oppure alle 9.00 – 10.15 – 11.30. Riservare una messa solo per i bambini. Si valuteranno le varie proposte e a breve si prenderà una decisione ottimale.

Don Mauro comunica che il primo turno per la Cresima sarà sabato 26 settembre alle ore 11.00 con il vicario generale e per la Prima Comunione sarà domenica 27 settembre alle ore 16 (ogni bambino può portare con sé solo nove parenti); il secondo turno avverrà con gli stessi orari sabato 3 ottobre e domenica 4 ottobre.

  

4.  Lettera Pastorale dell'Arcivescovo.

Il parroco informa che la Lettera Pastorale dell'Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia non è stata ancora pubblicata.

 

5.  Calendario pastorale.

Il parroco informa i consiglieri che il calendario pastorale non cambierà di molto rispetto a quello dello scorso anno, salvo appunto le regole da rispettarsi per il covid 19.

Il 16 settembre ci sarà un incontro con gli educatori. Si proporrà un unico educatore che segua le tre parrocchie più vicine del Santo Volto, del Cottolengo e delle Stimmate (l'U.P. si è ridotta a quattro parrocchie con quella di Sant'Antonio Abate, essendosi distaccata quella di San Paolo). Nella riunione di domani si chiederà che l'educatore sia Paola (ha già coordinato le tre parrocchie durante “Estate Ragazzi” e quindi le conosce); il fine è di poter coordinare meglio le risorse di ogni parrocchia, di incentivare la collaborazione e di aiutare gli educatori delle varie parrocchie a lavorare meglio.

Le attività ci saranno, ma si farà tutto in tono minore. Non si faranno feste per l'inizio dell'anno pastorale, ma  domenica 4 ottobre ci sarà una celebrazione particolare. Ci sarà sempre la Lectio divina all'ultimo martedì del mese, che inizierà il 29 settembre. Così anche le altre attività saranno attuate. I battesimi potranno essere celebrati non più di sei per volta.

Sara interviene dicendo che Paola non era sempre presente nell'“Estate Ragazzi” e mette in dubbio l’efficacia dell’educatore unico per tutta l’UP. Le viene risposto che Paola doveva essere presente otto ore al giorno e che quindi era difficile assicurare la sua presenza nelle tre parrocchie. In questo caso il tempo sarà diverso e più favorevole alla sua azione. Si tratterà tuttavia di un esperimento per quest'anno. L'educatrice, infatti, darà compiti agli educatori locali e uno di questi avrà un incarico ufficiale in parrocchia; Paola supervisionerà così il lavoro svolto.

Il parroco informa che il “Coro” ha già iniziato la sua attività e che si ritrova come in precedenza; la stessa cosa per il Gruppo “Caritas”, che si è già riunito dandosi uno statuto e proseguirà con la distribuzione di cibo e con l'ascolto dei bisognosi (il 16 ottobre alle 18.30 si riunirà per l'incontro con la signora Antonella della “Caritas” diocesana). Si chiede di aprire i gruppi anche a tutti gli altri parrocchiani, facendoli conoscere con un volantino. Si suggerisce prima che sia meglio conoscersi di più tra i componenti dei vari gruppi. Se uno venisse contagiato, che cosa succederebbe? Si farebbe il tracciamento dei rapporti avvenuti, seguirebbe il blocco dell'attività e poi la riapertura. Il Gruppo “Tesori dell'esperienza” inizieranno a ritrovarsi giovedì 8 ottobre per l'adorazione eucaristica.

 

6. Varie ed eventuali.

Il parroco informa che, data la situazione attuale, non si possono organizzare gite. La parrocchia non affitta sale per rinfreschi, ma quelle condominiali sì, purché si rispettino le regole date dal covid 19.

Ferruccio interviene per sapere se si possa organizzare una squadra di pallavolo dell'Oratorio, di cui sarebbe responsabile per l'organizzazione. Le gare non si svolgerebbero in parrocchia. La squadra porterebbe il nome “Oratorio Santo Volto”. Dice che si potrebbe entrare in contatto con la parrocchia delle Stimmate, che dispone già di una squadra, allegandosi, per evitare la parte giuridica e per limitare la parte finanziaria. Bisognerebbe quindi sapere se le Stimmate siano disponibili a questa proposta.

Don Mauro propone di dare un saluto festoso a suor Antonietta, che già si trova nella casa madre a Treviso, e di ringraziarla per il lavoro svolto in parrocchia per la festa dell'Immacolata Concezione (8 dicembre). Chiede inoltre che si possa sapere se ci sono anziani desiderosi di un incontro di preghiera a casa e di ricevere la Comunione; di questo si occuperà suor Emirensiana, che coordinerà anche i ministri della comunione per i malati.

Informa ancora che accanto a suor Margaretha, responsabile qui delle suore del Santo Volto, e alla consorella suor Emirensiana è presente suor Teresia, che era destinata a raggiungere la sua missione in Bolivia, ma a causa della pandemia dovrà rimanere a Torino per alcuni mesi.

Valerio aggiunge che la Commissione Giovani è sempre viva. Si faranno riunioni tenendo conto delle regole. Il parroco informa che il prossimo CPP avverrà il giorno mercoledì 4 novembre 2020. Non essendoci infine altro da discutere, il parroco chiude l’incontro alle ore 22.30.

 

 Il segretario                                                                                                              Il presidente                                                                                                                              don Mauro Giorda

Antonio Maria Sacco

Parrocchia SANTO VOLTO CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE VERBALE n° 47 Torino, 15 settembre 2020. Alle ore 21.00 sotto la presidenza del parroco don Mauro Giorda si riunisce il Consiglio Pastorale Parrocchiale con il seguente ordine del giorno: 1) Preghiera 2) Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente 3) Attività pastorali e situazione Covid 19 4) Lettera Pastorale dell'Arcivescovo 5) Calendario pastorale 6) Varie ed eventuali Sono presenti il parroco don Mauro Giorda, suor Margaretha Ate e suor Emirensiana Seu, e i consiglieri Andrea Bellis, Luca Braga, Mario Cavagnero, Paolo de Troia, Silvana Demasi, Valerio Mangino, Sara Padolano, Laura Parlagreco, Ferruccio Pontin, Francesco Righettoni, Davide Robattino, Antonio Maria Sacco, Fabio Scarcella, Elisa Vailati (presente dalle 21.25). Risulta assente Mery Bellini e, poiché ci sono state diverse assenza consecutive, non farà più parte del CPP. Laura Parlagreco dà le dimissioni perché è già presente come consigliere il marito. 1. Preghiera. Il parroco invita i presenti a recitare la preghiera di Compieta. 2. Lettura e approvazione del verbale della seduta precedente. Viene considerato letto il verbale del 29 maggio 2020; non essendoci modifiche da apportarsi, esso è poi approvato da tutti i consiglieri. 3. Attività pastorali e situazione Covid 19. Il parroco informa i consiglieri che per i Gruppi parrocchiali è possibile incontrarsi rispettando le norme del distanziamento e di protezione reciproca dei componenti, ma che non si può fare festa (mangiare…). Per quanto riguarda l'Oratorio, si procede rispettando le linee guida simili a quelle di “Estate Ragazzi” (si misura la temperatura corporea, c'è un foglio di presenza firmato, deve essere presente un educatore; si formano due gruppi in base all'età discriminante di undici anni; se si esce dall'Oratorio, non si può più rientrare; si deve stare il più possibile all'esterno…). Nell'Oratorio ci possono stare al massimo cento persone e poi tante in base alla metratura dei locali (2 m² per persona). É evidente che tutto deve essere organizzato. L'Arcivescovo dice che il catechismo dei bambini e ragazzi deve iniziare con l'Avvento; prima ci può essere solo qualche incontro con i genitori dei bambini e con i catechisti. I bambini possono stare in chiesa rispettando le distanze. Poiché si è già sforato il numero massimo di presenti alla S. Messa delle ore 11.00 nelle ultime due domeniche, il parroco chiede ai consiglieri che cosa fare, sapendo che la capienza della chiesa è di settecento persone, ma ora di duecento, e che ci deve essere un intervallo tra le messe. Si susseguono varie risposte dei consiglieri. Spiegare alle famiglie di sedersi sulle sedie esterne nel deambulatorio. Mettere anche il NO sui banchi. Porre i fedeli anche nella cappella di San Giuseppe con un altoparlante collegato alla chiesa. Invogliare le persone a frequentare la messa del sabato sera e delle 9.30 della domenica. Anticipare la messa per i bambini alle 9.30. Riservare dei banchi per le famiglie. Chiedere alla Curia di mettere a disposizione i suoi locali, che però hanno un costo. Proporre tre messe alle 9.30 – 10.30 - 11.30 oppure alle 9.00 – 10.15 – 11.30. Riservare una messa solo per i bambini. Si valuteranno le varie proposte e a breve si prenderà una decisione ottimale. Don Mauro comunica che il primo turno per la Cresima sarà sabato 26 settembre alle ore 11.00 con il vicario generale e per la Prima Comunione sarà domenica 27 settembre alle ore 16 (ogni bambino può portare con sé solo nove parenti); il secondo turno avverrà con gli stessi orari sabato 3 ottobre e domenica 4 ottobre. 4. Lettera Pastorale dell'Arcivescovo. Il parroco informa che la Lettera Pastorale dell'Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia non è stata ancora pubblicata. 5. Calendario pastorale. Il parroco informa i consiglieri che il calendario pastorale non cambierà di molto rispetto a quello dello scorso anno, salvo appunto le regole da rispettarsi per il covid 19. Il 16 settembre ci sarà un incontro con gli educatori. Si proporrà un unico educatore che segua le tre parrocchie più vicine del Santo Volto, del Cottolengo e delle Stimmate (l'U.P. si è ridotta a quattro parrocchie con quella di Sant'Antonio Abate, essendosi distaccata quella di San Paolo). Nella riunione di domani si chiederà che l'educatore sia Paola (ha già coordinato le tre parrocchie durante “Estate Ragazzi” e quindi le conosce); il fine è di poter coordinare meglio le risorse di ogni parrocchia, di incentivare la collaborazione e di aiutare gli educatori delle varie parrocchie a lavorare meglio. Le attività ci saranno, ma si farà tutto in tono minore. Non si faranno feste per l'inizio dell'anno pastorale, ma domenica 4 ottobre ci sarà una celebrazione particolare. Ci sarà sempre la Lectio divina all'ultimo martedì del mese, che inizierà il 29 settembre. Così anche le altre attività saranno attuate. I battesimi potranno essere celebrati non più di sei per volta. Sara interviene dicendo che Paola non era sempre presente nell'“Estate Ragazzi” e mette in dubbio l’efficacia dell’educatore unico per tutta l’UP. Le viene risposto che Paola doveva essere presente otto ore al giorno e che quindi era difficile assicurare la sua presenza nelle tre parrocchie. In questo caso il tempo sarà diverso e più favorevole alla sua azione. Si tratterà tuttavia di un esperimento per quest'anno. L'educatrice, infatti, darà compiti agli educatori locali e uno di questi avrà un incarico ufficiale in parrocchia; Paola supervisionerà così il lavoro svolto. Il parroco informa che il “Coro” ha già iniziato la sua attività e che si ritrova come in precedenza; la stessa cosa per il Gruppo “Caritas”, che si è già riunito dandosi uno statuto e proseguirà con la distribuzione di cibo e con l'ascolto dei bisognosi (il 16 ottobre alle 18.30 si riunirà per l'incontro con la signora Antonella della “Caritas” diocesana). Si chiede di aprire i gruppi anche a tutti gli altri parrocchiani, facendoli conoscere con un volantino. Si suggerisce prima che sia meglio conoscersi di più tra i componenti dei vari gruppi. Se uno venisse contagiato, che cosa succederebbe? Si farebbe il tracciamento dei rapporti avvenuti, seguirebbe il blocco dell'attività e poi la riapertura. Il Gruppo “Tesori dell'esperienza” inizieranno a ritrovarsi giovedì 8 ottobre per l'adorazione eucaristica. 6. Varie ed eventuali. Il parroco informa che, data la situazione attuale, non si possono organizzare gite. La parrocchia non affitta sale per rinfreschi, ma quelle condominiali sì, purché si rispettino le regole date dal covid 19. Ferruccio interviene per sapere se si possa organizzare una squadra di pallavolo dell'Oratorio, di cui sarebbe responsabile per l'organizzazione. Le gare non si svolgerebbero in parrocchia. La squadra porterebbe il nome “Oratorio Santo Volto”. Dice che si potrebbe entrare in contatto con la parrocchia delle Stimmate, che dispone già di una squadra, allegandosi, per evitare la parte giuridica e per limitare la parte finanziaria. Bisognerebbe quindi sapere se le Stimmate siano disponibili a questa proposta. Don Mauro propone di dare un saluto festoso a suor Antonietta, che già si trova nella casa madre a Treviso, e di ringraziarla per il lavoro svolto in parrocchia per la festa dell'Immacolata Concezione (8 dicembre). Chiede inoltre che si possa sapere se ci sono anziani desiderosi di un incontro di preghiera a casa e di ricevere la Comunione; di questo si occuperà suor Emirensiana, che coordinerà anche i ministri della comunione per i malati. Informa ancora che accanto a suor Margaretha, responsabile qui delle suore del Santo Volto, e alla consorella suor Emirensiana è presente suor Teresia, che era destinata a raggiungere la sua missione in Bolivia, ma a causa della pandemia dovrà rimanere a Torino per alcuni mesi. Valerio aggiunge che la Commissione Giovani è sempre viva. Si faranno riunioni tenendo conto delle regole. Il parroco informa che il prossimo CPP avverrà il giorno mercoledì 4 novembre 2020. Non essendoci infine altro da discutere, il parroco chiude l’incontro alle ore 22.30. Il segretario Il presidente don Mauro Giorda Antonio Maria Sacco